Vai al contenuto
Pagina iniziale » Blog » Salute » Carbone attivo per i denti – sbiancamento efficace e sicuro

Carbone attivo per i denti – sbiancamento efficace e sicuro

Il carbone attivo è una soluzione sicura ed efficace per lo sbiancamento dei denti. È un rimedio naturale che può essere utilizzato da chiunque per ottenere un bel sorriso. È sicuro, economico e facile da usare. Per usarlo, non hai bisogno di un aiuto professionale o di attrezzature costose. Tutto ciò di cui hai bisogno è un po ‘di conoscenza e l’effetto è pronto!

Carbone attivo per denti

Cos’è il carbone attivo e perché viene utilizzato per lo sbiancamento dei denti?

Il carbone attivo è un tipo di carbone che è stato trattato per essere molto poroso. Viene spesso utilizzato nei filtri dell’acqua a causa delle sue proprietà purificanti. Se usato come sbiancante per denti, il carbone attivo viene solitamente miscelato con un prodotto per la pulizia dei denti che già usi, come dentifricio o collutorio. Questo aiuta a pulire i denti e a sbiancarli nel tempo.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo del carbone attivo per lo sbiancamento dei denti?

Il carbone attivo è un potente disintossicante che può aiutare a migliorare la salute generale rimuovendo le tossine dal corpo. Come sapete, la maggior parte delle tossine che incontriamo ogni giorno provengono da cibo e acqua. Il carbone attivo si lega a queste tossine e aiuta a rimuoverle dal sistema. Di conseguenza, può aiutare a migliorare la digestione, ridurre il gonfiore e alleviare il gas e la stitichezza. È disponibile in ogni farmacia sotto forma di compresse o polvere senza prescrizione medica.

Oltre alle sue proprietà disintossicanti, ha anche proprietà antibatteriche e antifungine che possono aiutare a combattere le infezioni in bocca e in gola uccidendo batteri e funghi nocivi. Può anche ridurre l’alito cattivo causato da scarsa igiene orale o cattiva alimentazione rimuovendo i batteri che causano l’alito cattivo.

Inoltre, previene l’accumulo di placca sui denti assorbendo molti tipi di batteri che causano carie e malattie gengivali. Grazie a questo, possiamo ottenere l’effetto dello sbiancamento dei denti.

  • Deterge le labbra
  • Stimola la salute delle gengive
  • Migliora l’igiene orale
  • Combatte l’alito cattivo
  • Sbianca i denti
  • Rimuove macchie e scolorimento

Come usare il carbone attivo sui denti?

Il processo di utilizzo del carbone per sbiancare i denti è semplice. È importante che il carbone venga schiacciato in una polvere fine prima di applicarlo ai denti. La polvere deve quindi essere miscelata con una piccola quantità di acqua e massaggiata nei denti. La miscela non dovrebbe essere troppo densa o troppo rara. Ricorda che ce ne deve essere abbastanza per coprire uniformemente i denti. Quindi aspettiamo che la miscela si asciughi completamente. Con questo metodo, ci vogliono circa 3-5 minuti per asciugare, dopo di che può essere rimosso con uno spazzolino da denti o risciacquato con acqua. I risultati sono di solito evidenti dopo un solo utilizzo e nella maggior parte dei casi durano fino a sei mesi.

Un altro metodo è lo sbiancamento dei denti con carbone attivo utilizzandolo come sostituto della pasta ordinaria. L’attività è identica alla normale spazzolatura dei denti. Prima di ciò, tuttavia, dovremo schiacciare a fondo le compresse di carbone attivo, che poi mescoleremo con una piccola quantità di acqua (1 cucchiaino). Invece di acqua, possiamo anche usare l’olio di cocco. Ora è sufficiente mescolare accuratamente fino a ottenere la consistenza della pasta. Quando la nostra pasta sbiancante nera è pronta, fai quanto segue a turno:

  1. Risciacquare accuratamente la bocca con acqua
  2. Applicare una piccola quantità di pasta al pennello e iniziare a spazzolare con movimenti circolari
  3. L’azione dovrebbe durare circa 2 minuti
  4. Quando hai finito di spazzolare, sciacqua accuratamente la bocca con acqua
  5. Non dimenticare di risciacquare anche il pennello, poiché il sedimento nero rimarrà su di esso

Quanto è efficace il carbone attivo rispetto ad altri sbiancanti per denti?

Quanto è efficace il carbone attivo

Uno dei motivi principali per cui lo sbiancamento dei denti a carbone attivo è così popolare è che è così facile da usare. Basta mescolare la polvere con acqua, applicarla sui denti e attendere qualche minuto mentre fa il suo lavoro. Questo lo rende un’alternativa ideale per le persone che non hanno il tempo di vedere un dentista, così come per coloro che semplicemente non vogliono spendere grandi somme di denaro.

Ma per quanto riguarda l’efficienza? In che modo il carbone attivo si confronta con altri tipi di sbiancamento dei denti?

La risposta dipende dal prodotto o dal metodo con cui lo confrontiamo. Quando si tratta, ad esempio, di trattamenti in ufficio, di solito vengono eseguiti da dentisti o igienisti dentali in un ambiente clinico. Sono sicuramente più costosi e richiedono visite sistematiche e gli effetti non sono significativamente migliori. Si può essere tentati di dire che nel caso di alcune persone, le differenze sono impercettibili.

Se lo confrontiamo con lampade a Led, set o strisce sbiancanti, si scopre che il carbone attivo porta risultati migliori. Tuttavia, va ricordato che non possiamo usarlo sistematicamente. I trattamenti dovrebbero essere eseguiti di tanto in tanto. Per questo motivo, i risultati più vantaggiosi saranno ottenuti combinando carbone attivo e sostituendo una pasta ordinaria con una pasta sbiancante con una miscela di carbonio.  

Quali sono gli svantaggi dell’utilizzo del carbone attivo per lo sbiancamento dei denti?

Il primo svantaggio è che il carbone attivo può essere abrasivo e causare sensibilità dei denti. Può anche causare irritazione, che a sua volta può portare a gengivite e altre malattie parodontali.

Un altro svantaggio di usarlo è che può causare secchezza delle fauci o secchezza della gola. Questo perché assorbe l’umidità dalla bocca, che causa una mancanza di produzione di saliva in bocca.

Sfortunatamente, può anche causare l’effetto opposto a quello previsto – cioè, invece di rimuovere lo scolorimento, può causarli. Questo può accadere quando ci laviamo i denti in modo errato o usiamo acqua insufficiente per questa attività.

Considerando questi aspetti, se non abbiamo esperienza con questo tipo di materie prime, vale la pena provare prima dentifrici già pronti che contengono carbone attivo o set sbiancanti. Questo può essere, ad esempio, un insieme di “Whitify” o una pasta “Whitify Carbon”. Grazie ad esso, possiamo ottenere grandi risultati e, inoltre, non ci esporremo a potenziali irritazioni della cavità orale.

Il carbone attivo può danneggiare i denti?

Ci sono opinioni contrastanti sul fatto che il carbone attivo possa danneggiare i denti. Alcuni dentisti sostengono che l’effetto abrasivo del carbonio può cancellare lo smalto dei denti e portare alla loro sensibilità. Altri dicono che non causerà alcun danno finché ti lavi i denti dopo questa procedura e non lo usi per molto tempo. Tieni presente che non tutti i carboni attivi sono sicuri da usare sui denti, quindi assicurati di fare la scelta giusta prima di acquistare.